iscriviti alla newsletter
cerca
Nuceria CSR
26 feb 2019

Tecnologie e soluzioni per il Mercato delle Wet Wipes
Nuceria Group & Fater SPA

Si dice che una catena non sia più forte del suo anello più debole. Il nostro obiettivo è dare la stessa forza a tutta la catena produttiva. Un valore distribuito frutto di una continua e duratura collaborazione per sviluppare nuove soluzioni di “Packaging for Life”, innovative, sostenibili e in linea con le esigenze e lo stile di vita del consumatore. È con questo obiettivo comune che tre aziende leader di mercato nei propri settori di riferimento ed espressione dell’intera filiera produttiva hanno collaborato allo sviluppo di una nuova soluzione di etichetta “apri-chiudi” per il mercato delle salviettine umidificate.

 

Nuceria Group: leader di mercato per la produzione di packaging integrato con una lunga e consolidata esperienza nel settore delle Wipes; Avery Dennison: leader mondiale per la produzione di materiali autoadesivi Fater: Leader nel mercato italiano dei prodotti assorbenti per la persona e presente in 36 Paesi con i prodotti Ace.

 

 

Il progetto ha preso le mosse all’interno del Nuceria Lab, spazio collaborativo di innovazione dello stabilimento di S. Giuliano Milanese di Nuceria, dove è stato analizzato il mercato di riferimento, valutate le soluzioni già presenti sul mercato, definiti gli obiettivi e le opportunità di ottimizzazione della “consumer experience”.

 

Abbiamo lavorato per sviluppare una soluzione che rispondesse alle chiare esigenze e ai bisogni del consumatore ad oggi non completamente soddisfatti dalle soluzioni già presenti sul mercatodichiara Massimo RosatiHead of Innovation di Nuceria Group elencando le linee guida del progetto:

Protezione del prodotto e mantenimento delle sue proprietà organolettiche (profumo, umidità, etc.);

Semplicità di utilizzo e richiudibilità (anche con una sola mano);

Sostenibilità dei materiali utilizzati;

Soluzione innovativa e differenziante;

Riduzione della complessità e del numero dei componenti utilizzati.

 

Selezione del materiale e dell’adesivo, sviluppo del design e del tracciato fustella, prove di applicazione e macchinabilità, combinando tutti questi elementi si è arrivati alla definizione della soluzione ideale. Il risultato? L’etichetta Otto (patent pending), stampata su supporto autoadesivo in PET con spessore da 170 a 260 micron per garantire la corretta rigidità, con adesivo removibile per garantire funzionalità apri-chiudi di lunga durata. La fustellatura si caratterizza per una linea interna di tratteggio ad hoc che funge da cerniera per l’etichetta che diventa un vero e proprio tappo della confezione a garanzia dell’integrità del prodotto e sostenibilità della confezione.

 

Una soluzione che rappresenta pienamente la visione Cliente-centrica di Nuceria: utilizzare le nostre competenze, le nostre tecnologie, le nostre risorse per offrire il migliore servizio e prodotto possibile ai nostri clienti e partner” dichiara Nello RosatiGlobal Account Manager di Nuceria Group.

 

Il progetto è stato implementato sulle linee di confezionamento dello stabilimento di Pescara di Fater S.p.A negli scorsi mesi ed immesso sul mercato nazionale.

 

La collaborazione con Nuceria, su questo importante progetto, è la dimostrazione che fare innovazione oggi non può prescindere dalla condivisione degli obiettivi, dal superamento delle logiche cliente-fornitore per lavorare insieme come un unico team allo sviluppo di soluzioni che generino un valore condiviso e sostenibile. Non è un semplice caso che Otto sia il simbolo dell’infinito diversamente posizionato… perché più lontano arriverà il nostro sguardo, più lontano saremo capaci di arrivare.

news dal blog: